Workshop sul turismo: Internet fa bene a chi lo usa!

Roberta Milano toscanalab

Roberta Milano fa il punto della situazione sulla sessione dedicata al turismo.

Cosa è emerso?

  • necessità di passaggio di orizzonte, di prospettiva. Finora si distingueva fra operatore e turisti, bisogna cominciare a parlare di noi.
  • internet come strumento, luogo e non come fine. Ha le sue dinamiche ma puo’ essere utilizzato per costrire un legame col territorio e promuoverlo in modo coerente. Due esempi: Tag Bologna e Angeli sul territorio, due case history che hanno valorizzato il territorio.
  • Internet: pre-esperienza (raccolgo info), durante l’esperienza (mobile) e post (torno dalla vacanza e posto video e foto). Per fare marketing del web turistico bisogna innescare un circolo virtuoso fra questi elementi. Partire dall’ascolto. Ricerca di GPF (Monica Fabris), ecco alcuni concetti:
    il viaggiatore porta nuove istanze (equità sociale, edonismo maturo);
    analisi sui social media: di cosa parlano? persone che conosco, viaggi
    chi fa uso di web è più felice!
  • Sbilanciamento: i viaggiatori sono più avanti degli operatori. La domanda è più avanti dell’offerta.
  • Imparare a costruire l’esperienza di viaggio insieme. Valorizzare le storie, i contenuti, le esperienze.

La ricerca GPF sarà messa online sul sito di Toscanalab.

Gli italiani usano Internet perchè aumenta il loro “benessere”: sul web si fanno tante cose. Non più fuga dalla realtà, non più strumento di lavoro, ma miglioramento della vita. Differenze nei valori e nella vita fra chi usa internet e chi non lo usa. Internet ha successo perchè aumenta il benessere di chi lo usa.

2 comments

///////////////
  1. Pingback:Turismo online: e poi dicono che c’è la crisi… | Elenafarinelli.it

  2. Pingback:Soul-searching 2.0 | At Home in Tuscany

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *