Toscanalab ad Arezzo: la mattinata

Mi trovo a Toscanalab, edizione di Arezzo, dedicata ai “giovani”.

Comincio col fare i complimenti alla Regione Toscana. Per vari motivi.

1) Location spettacolare (Museo Statale d’arte Medievale e Moderna), con tanto di reperti archeologici a vista.

2) Gli speech che si alternano rapidamente, sono intervallati da pillole di musica live jazz.

3) Oltre ai gadget, alla consueta lavagna con le twittate e ai vari effetti speciali, questa volta abbiamo anche le sedie con le foto dei blogger! Bellissime.

La mattinata ha visto interventi diversi: Monica Fabris che ha parlato di modelli della società che cambiano, Andrea Sales che ha parlato di Comunicazione 2.0, Andrea Tracanzan di Zoes e mondo sostenibile, Laura De Benedetto di Linkedin come strumento per trovare lavoro, Dino Amenduni dalla Puglia ci ha portato alcuni esempi divertenti e insoliti per fare politica usando il web 2.0 e il giovanissimo studente Nicola Greco (16 anni!) di varie tematiche inerenti Internet.

A me è piaciuto molto Tommaso Sorchiotti che ha evidenziato un punto al quale sono arrivata col tempo e che lui invece esprime bene con il concetto di PERSONAL BRANDING. Ovvero di come usare le tecniche di marketing e di vendita per promuovere sé stessi.

Quello che trovo sulla serp di google mi rappresenta?

Inizia con un video delizioso:

E poi continua parlando di chi ha fatto personal brand (il mio personal brand è nome cognome). Il primo è stato Beppe Grillo che si è lasciato alle spalle la comunicazione tradizionale e ha usato il blog.
Altri esempi: Pulsatilla (che ora pubblica libri), Clio makeup (su youtube video su come ci si trucca), Remi Guillard (con le sue parodie di Super Mario Bros), le fashion blogger come “blond salad” che oltre a comunicare sé stessi
hanno creato una categoria nuova che il sistema non riesce a inquadrare (in prima fila alle sfilate ci sono i fashion blogger!).

I 3 step per fare personal branding:
1) diventare media di sé stessi
2) produrre contenuti originali e rilevanti
3) diventare un’autorità nel proprio settore
In pratica una microcelebrità.

3 comments

///////////////
  1. Serena

    Grazie Nelli!
    Mi sembra di essere ad Arezzo leggendoti!
    Saluta tutti!

  2. nelli

    grazie cara 🙂
    ci sei mancata!

  3. Pingback:Il pomeriggio a Toscanalab: le aziende aretine e gli Ignite | Elena Farinelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *