2 giornate intense all’Internet Festival: da Steve Jobs all’Ecosofia

Ecco alcune impressioni sulle altre 2 giornate che ho seguito per Internet Festival (leggi qui il resoconto del Day #1). Non sono riuscita a scrivere tutto, ma ho cercato di fermare sulla tastiera alcuni appunti volanti.

Il primo evento che ho seguito è stato sul Festival del Viaggio, all’Orto Botanico. L’idea di fare un evento dedicato ai viaggi, che non fosse la classica fiera, venne ad Alessandro Agostinelli, parlando con un giornalista pisano, nel 2005. In quel momento in Italia c’erano solo due premi: uno a Chatwin e uno a Terzani. Così nel 2006 iniziò a Pisa il Festival del Viaggio “Il Milione”. Purtroppo mancò la promozione e l’evento fu solo cittadino, con presenze scarse. Il 2009 fu un anno itinerante. Dal 2010 ha sede a Firenze. Nel 2011 diviso in 2 tranche: giugno e settembre. Con eventi anche in altre Regioni. Ora ha un buon riscontro di pubblico. Nella conferenza è stato mostrata anche l’evoluzione del logo, dell’immagine coordinata e del sito (da statico a dinamico).

Nel pomeriggio ho seguito un interessante intervento su Geomemories, un sito che integra Google Earth con le immagini aeree conservate negli archivi dell’Aerofototeca Nazionale di Roma, per creare una specie di enciclopedia storico-geografica. Questo il sito: http://www.geomemories.org

A seguire una bella tavola rotonda al piccolo teatro / cinema Lux con ospiti internazionali per parlare di diritti umani e di come la tecnologia (Youtube & Social Networks) possa aiutare a documentare. Era presente anche la fondazione Kennedy. Se vi interessa l’argomento, ecco un sito utile: http://www.equaltimes.org/

A metà pomeriggio, alla Limonaia, molto divertente il gioco interattivo di Tecnoscienza che ripercorreva la storia di Steve Jobs vs Bill Gates. Brava la relatrice e simpatico il modo in cui la raccontava (ho scoperto solo una volta aperto il sito perchè!). Certo sapere che Bill Gates a 13 anni inventava sistemi per codificare i numeri binari in modo veloce… fa capire molte cose!

Interessante il dibattito sulle enciclopedie: cartaceo a pagamento o gratis online? Sul palco Ian Grant (Enciclopedia Britannica), Frida Boschi (Wikipedia) e Danco Singer (Encyclomedia), moderato dalla simpatica Anna Masera, che per un po’ ha viralizzato su Twitter per la bella borsa scippatale. Sono anche riuscita a fotografarla (la borsa non Anna) quando si è fermata allo stand del Social Media Team chiedendo come fare a raggiungere la stazione senza soldi.

Sabato 6 ottobre ho seguito in parte l’attuale discussione sulla Privacy con il prof. Pizzetti, Ernesto Belisario, e Stefano Epifani. Problemi come i dati personali degli utenti e chi detiene certe informazioni, hanno preoccupato tutti i partecipanti.

Ha concluso la mattinata una tavola rotonda dai temi per me completamente nuovi, ovvero sull’Ecosofia, con Michel Maffesoli, autore di “Matrimonium. Breve trattato di Ecosofia” e Massimo di Felice, autore di “Paesaggi post-urbani. La fine dell’esperienza urbana e le forme comunicative dell’abitare

Nel pomeriggio ho seguito al Sant’Anna una conferenza sulla Governance. In realtà ci sono capitata per sbaglio, perché credevo ci fosse un altro intervento, ma alla fine sono rimasta perchè il tema era interessante. Peccato ci fossero poche persone in sala (incredibile come alcune sale fossero strapiene e altre semi-vuote ma so che i cambi di orario su questo hanno inciso!).

Interessante anche un dibattito sul ruolo delle imprese oggi: cosa vuol dire aprire un’impresa oggi? Forse le aziende come le intendiamo noi (il nonno che crea l’azienda e rimane tale per 150 anni) oggi non esistono più, il futuro è dei singoli professionisti che lavorano insieme. Soprattutto delle nuove professioni. E anche il ruolo degli incubatori sta cambiando.

Ci sono anche altri eventi che però non sono riuscita a fermare su schermo.

Come la discussione politica moderata da Antonio Sofi nella stupenda Aula Azzurra della Normale di Pisa.

In generale ho trovato l’Internet Festival una bella manifestazione con belle location.

Un saluto speciale ai miei compagni del Social Media Team, in gamba, instancabili e curiosi: è stato un vero piacere conoscere tutti loro!

Infine una nota personale. Ho già imparato ad apprezzare e riscoprire Pisa col blogtour, ma stavolta sono potuta entrare in alcuni palazzi e monumenti davvero belli. Ho potuto scoprire anche posti meno noti come l’Orto Botanico (dal quale si vede anche la torre), il cinema/teatro Lux (che carino, con il pavimento in legno) e la Limonaia (stupenda) nel vicolo dei Ruschi. Ho visitato il Museo di San Matteo e altre realtà che difficilmente i turisti vedono. Bravi!

One comment

///////////////

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *