Il mercato degli appartamenti sul web

Da tempo seguo l’evoluzione dei portali e siti di affitto e vendita case / appartamenti su Internet. Trovo che ancora il meglio abbia da venire sia per la compravendita che per gli affitti, turistici e non. Spesso mi imbatto in siti che non sfruttano al meglio le potenzialità del web 2.0 limitandosi a fare una banale lista delle caratteristiche della struttura in affitto o vendita, con poche foto (e scattate male) e zero commenti. Da poco sono sorti persino gli aggregatori di annunci, come questo portale di annunci di appartamenti a Bologna che raccoglie inserzioni da vari portali come Casa.it, Cambiocasa.it, Immobiliare.it, ecc. che ha quantomeno integrato una mappa di Google con vari esercizi commerciali, oltre ad alcuni account social come Twitter e Facebook (chissà perchè non Foursquare che si presterebbe!) e creato un’applicazione per mobile.

Nel caso dei portali di annunci è incredibile che ci siano ancora persone che pensano di poter vendere una casa mettiamo da 750.000 euro senza neppure pubblicare una foto!!! Senza essere degli esperti di persuasive copywriting basterebbe guardare come aumentano i tassi di conversione se ci sono foto belle, luminose, chiare, ben fatte.

Ogni tanto qualche eccezione positiva c’è… mi viene in mente una volta che vidi in una cittadina veneta un’agenzia immobiliare talmente avanti che davanti alle case in vendita/affitto aveva pubblicato soltanto il QR code! Ma sono casi. Per lo più le agenzie si muovono alla vecchia maniera: si fissa la visita della casa per telefono, non si riesce mai ad avere foto di esterni e della vista dalle finestre e pochissime informazioni sulla zona.

Mentre leggo dell’esplosione del sito Airbnb lanciato dall’ennesimo genietto under 30 della Silicon Valley (che insieme all’inventore di Dropbox e al cofondatore di Quora sono considerati gli eredi di Mark Zuckerberg dal New York Times) passato in 1 anno da 12 a 150 dipendenti, mi viene da pensare… a quando un sito C2C sulle vendite immobiliari? troppo complicato? chissà…

One comment

///////////////
  1. Daniele

    vedessi che casino c’è a Parigi a riguardo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *