Feedback del Corso Madri 2010 (e non solo)

Chi mi conosce, sa che – dal primo corso che feci diversi anni fa e che mi ha cambiato la vita (professionale) aprendomi un mondo (quello del web marketing) – non mi perdo mai un convegno organizzato da Madrigrano.
A chi mi chiede (spesso!) “vale la pena andare al nuovo corso seo della Madri?”, rispondo sempre di sì.

4 motivi per cui vale la pena andare al corso Madri:

  1. Enrico Madrigrano è uno dei “docenti” più di talento che ci siano in questo settore: riesce a trasmettere i contenuti dei suoi corsi con immediatezza e semplicità. Tiene l’attenzione di un’aula che mediamente è di circa 200-300 persone, con grande rispetto dei tempi; e ha messo in piedi un’organizzazione che definirei “svizzera”, tanto è precisa.
  2. Le cose che racconta ai corsi sono sempre risultati ottenuti da suoi test. Potete essere in disaccordo con alcune tesi e alcune affermazioni fatte, ma contrariamente a tanti personaggi che professano verità assolute, lui porta in aula solo casi concreti da lui testati (con un rigore quasi maniacale).
  3. E’ sempre attento alle novità senza farsi sopraffare dalle mode; anzi tende a vedere al di là dell’orizzonte e del trend del momento.
  4. Abbina una buona conoscenza tecnica, necessaria in questo settore, a un forte orientamento al marketing con la M maiuscola; sa che dietro al web marketing ci sono i principi della promozione e della comunicazione tradizionale, dalle 4 P di Kotler (ora molte di più) alla psicologia, alle tecniche di persuasione, ai bisogni emotivi e alle tecniche di vendita…

Dell’edizione 2010 del corso seo Web Marketing Experience della Madri mi sono piaciuti:

  • l’intervento di Francesco Tinti aka Mr Jinx, che ha fatto una panoramica su Caffeine e Mayday. Noto con piacere che Francesco ha finalmente superato la timidezza che lo penalizzava nell’esposizione, trovando un suo stile molto pacato ma efficace. Bravo! (finalmente c’ho capito un po’ di più su quello che è successo, grazie).
  • le tante considerazioni su social & links. Sia Enrico che Giorgio Tave hanno parlato a lungo dei Social Networks, entrati pesantemente nelle navigazioni degli utenti. Entrambi hanno portato esempi e casi reali cercando di capire se e come abbia senso usare Facebook, Twitter, Youtube e gli altri Social Networks per la Seo.
  • Il case study di landing page portato da Moreno Bonechi. Trovo che in Italia si parli ancora troppo poco di landing pages e una storia come la sua, raccontata con simpatia, può davvero essere di buon esempio.
  • Un caso riportato da una persona “normale” che si è trovata a “combattere” contro una grande azienda e ha ottenuto “giustizia” tramite Internet.

A fine giornata ho avuto per l’ennesima volta conferma che il lavoro di posizionamento e di promozione di un sito dipenda davvero da tanti fattori (altro che pagerank!), sia tecnici che più sociali/di marketing/di comunicazione e che non si possa mai dormire sonni tranquilli perchè Google si “diverte” a cambiarci le carte in tavola di continuo e quel che valeva l’anno scorso potrebbe non valere più oggi. Google lo fa per combattere lo spam, ma di fatto per noi seo è un mondo in continua evoluzione.

Fra i vari motivi per partecipare, ce n’è uno non legato agli argomenti, ma altrettanto valido per me: la possibilità di re-incontrare amici e colleghi seo che vedo solo in questa occasione. Un caro saluto a Michele de Capitani, Paolo Moro, Alessandro Sportelli, Enrico Ferretti, Mirko D’Isidoro, Christian di Verona e tutti gli altri che la mia memoria a groviera in questo momento si sta scordando!

Mi dispiace (e chiedo scusa a tutti) di esser scappata a fine tavola rotonda! Ho preso il treno al volo.

E ora, come promesso (so che questa la capiscono in pochi):

Come arrivare all’Hotel dove si tiene il Corso della Madri di Roma

(ovvero come arrivare all’Hotel Palazzo Carpegna in via Aurelia)
In taxi se siete fortunati ci mettete circa 20 minuti, ma il tassista sostiene che ci vuole molto di più, come spesa sono circa 16-17 euro.
In metro: da Stazione Termini si prende la linea A, dopo circa 10 fermate (sempre 20 minuti circa) e senza dover cambiare, scendete a Cornelia. Appena usciti andate nella direzione opposta rispetto a via di Boccea, percorrete pochi metri e all’altezza dell’incrocio con l’Aurelia, più o meno dove si trova un McDonalds, girate a destra. Altri pochi metri a piedi (50? 100?) vedrete sulla vostra sinistra un piccolo viale di pini marittimi, quello è l’ingresso dell’hotel. Attraversate la strada al semaforo pedonale (qualsiasi altro punto sarebbe da suicidio) e ci siete. In tutto dalla metro saranno 10 minuti a piedi.

Infine

Dove mangiare se andate al Corso della Madri di Roma

Ogni anno disperati ci aggiriamo nei dintorni dell’hotel Carpegna alla ricerca di un posto dove mangiare qualcosa di umano in tempi rapidi (la pausa è circa di 1 ora). Onestamente mi domando come mai l’albergo non pensi che i 200 corsisti del convegno mangerebbero volentieri lì se ce ne fosse la possibilità (ma del resto un hotel che non ha capito che ha in aula circa 200 Seo che potrebbero fare check-in su foursquare, oppure mettere un link o una recensione online, in cambio che so… di un po’ di Wi fi… ).
L’anno scorso eravamo andati al mercatino a lato dell’albergo (sulla sinistra uscendo) dove un simpatico pizzaiolo ci aveva sfamati, ma quest’anno abbiamo trovato un negozio di vestiti al suo posto!
Dopo qualche giro a vuoto lungo viale Cornelia finalmente ci siamo imbattuti in una pizzeria a taglio dal nome assurdo e gestito da personale extra-comunitario, che pero’ ci ha più che soddisfatti. Si trova sul lato sinistro della circonvallazione Cornelia (arrivando dall’hotel) poco dopo il McDonald, sullo stesso lato. Oltre alle pizze (di molto buone) ci sono anche verdure, carne, e vari prodotti da rosticceria (alcuni anche etnici). Se il posto resiste fino al prossimo corso, segnatevi il nome, merita! Rapidi, simpatici e gentili i gestori. Per 2 pezzi di pizza e 1 bottiglietta d’acqua si spendono circa 5 euro, la pizza (riscaldata) è buona. Purtroppo ci sono pochi posti a sedere, ma facendo a turni, ce la siamo cavata.

Ultima domanda: dove dormire se andate al Corso della Madri di Roma?
Mi dicono che l’hotel Carpegna abbia stanze molto belle, ma un po’ care (dagli 80 ai 120 euro), in compenso Alex ha dormito in un albergo di fronte per una cifra molto inferiore.

4 comments

///////////////
  1. Roberto Fumarola

    Ma l’anno prossimo il corso lo faranno allo stesso posto?

    Mi sarebbero tornate utili info su come arrivare e dove mangiare per quello di Milano di venerdì prossimo invece 🙂

    Non è che hai qualche soffiata? hehe

  2. nelli

    ciao Roberto
    eh eh in effetti servirebbe anche questo!
    purtroppo non ti so aiutare 🙁
    buon corso, vedrai che ti piacerà!

  3. Aljoscia

    Io ho partecipato all’edizione di Milano del corso ed è stata la prima volta che ho frequentato un corso in aula su questi argomenti.
    Devo dire che mi è piaciuto molto, anche se gli interventi degli ospiti a Roma mi sembrano più interessanti rispetto a quelli di Milano (a parte quello di Davide Pozzi sui Banner e Brand Reputation).

    Sia per i contenuti del corso stesso e l’esposizione di Enrico Madrigano, sia per la possibilità di conoscere altri esperti del settore con cui confrontarsi e chiedendo consigli sui siti di cui ci occupiamo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *