Daniele Ghidoli parla delle novità di Facebook

Dopo l’intervento di Claudio Vaccaro anche Daniele Ghidoli, di Bigthink, ha parlato delle novità di Facebook, anche se in modo diverso. In particolare ha parlato di:

– Timeline
– Fb Reach Generator
– Open Graph


TIMELINE

Per il profilo privato non è obbligatoria (ancora) per la pagina invece lo è. Funzionalità: le dimensioni della cover image sulla pagina Facebook sono 851 x 315 pixel, 180 x 180 pixel è il logo.

Regole: non possiamo mettere prezzi o informazioni d’acquisto. E’ vietato da FB.
Non possiamo inserire info di contatto (indirizzo fisico) nè riferimenti all’interfaccia di FB (simbolo Like o chiedere di diventare FAN) nè chiedere Call To Action.

“Tecnica del Puzzle”: poter personalizzare la cover

Ecco un esempio:

Altra novità: i TAB. Sono più visibili. E possono essere personalizzati e con immagine specifica (111 x 174 pixel) tranne il primo che è sempre quello delle immagini. Si puo’ anche modificare

E’ cambiata la dimensione dei TAB, 810 pixel. Molto più larga!

Problema: hanno rimosso le landing TAB. La pagina di atterraggio non c’è più per chi arriva spontaneamente. In realtà con gli annunci di Facebook ADS si puo’ creare una welcome page su un tab specifico.

Altra differenza: ora è possibile aggiungere eventi del passato. Coca Cola, Fanta, Obama hanno inserito milestones del loro passato.

Novità degli ultimi giorni:

  • possiamo posticipare i post.
  • possiamo mettere in evidenza un post: per esempio per 1 settimana si vede lo stesso post in evidenza.

Anche il pannello di ADMIN è stato modificato. Aggiunta la possibilità di mandare messaggi diretti alla pagina.

Nuova funzione di Admin: vari amministratori con permessi diversi (manager, content creator, moderatore)

Con l’avvento della Timeline ora le statistiche sono pubbliche: ci si accorge di chi compra i fan in maniera sospetta.

Facebook Offers: solo in USA.

Il futuro? scompariranno i tab?

Altro test: le pagine multilingua unificate, contenuti diversi sulla stessa pagina.

FACEBOOK REACH GENERATOR

Il Newsfeed di Facebook non mostra i post di tutti gli amici. C’è il limite dei 250 amici. Facebook fa una selezione e decide quali post mostrare, regolata da un algoritmo che si chiama Edgerank.

Solo il 16% dei nostri Fan vede i nostri post. E’ necessario interagire con l’utente.

Box: per ogni post l’effettivo numero di utenti raggiunti, con la percentuale. Se paghi 5,10,30 dollari può raggiungere + fan. Il 15% dei fan è stato raggiunto in modo tradizionale / organico, il resto dalla promozione.

Il post sponsorizzato appare con la dicitura “sponsorizzato” e compare anche sul mobile.

FB sta per lanciare Facebook Exchange: una sorta di retargeting.

Open Graph Apps

Sono l’evoluzione del pulsante Mi piace. Prima l’utente diceva mi piace un libro, ora puo’ dire sto leggendo un libro, ascoltando una canzone o cucinando una ricetta.

User – Action – Oggetto

Sono disponibili tante azioni, alcune già stabilite da FB (leggere 1 articolo, guardare un video, ascoltare una canzone). Altre si possono aggiungere (votare una foto, comprare un prodotto). Ed è tutto frictionless: una volta dato l’ok alla prima azione, ogni volta vengono pubblicate in automatico sulla sua timeline (di questo ha parlato anche Claudio Vaccaro).

Un’implementazione di queste azioni è il Social Reading: condividere in tempo reale con gli amici cio’ che un utente sta leggendo. Per esempio Yahoo Notizie.

3 regole importanti

  1. una volta che l’utente ha abilitato la funzione, deve poterla disabilitare in futuro.
  2. l’utente deve poter cancellare il post sulla sua timeline (opt-out!)
  3. l’azione di Social Reading deve esser lanciata dopo 10 secondi che l’utente è sulla pagina

Se non ci sono queste 3 regole, FB non ci approva l’action. Nel giro di 24 ore ci danno risposta. Per ogni singola action.

L’utente fa 1 azione e compare nel newsfeed degli amici, nel ticker sulla destra, nella sua timeline.

Antipatico quando per leggere un articolo ti chiede authenticated referrals.

Negli ultimi giorni alcune testate giornalistiche hanno detto che il Social Reading è in declino. In realtà è che l’attività è meno visibile sulle timeline degli utenti.

Le action possono essere utili nel Social Commerce. Non solo per il comprare ma anche per la wishlist.

Nell’ambito della moda ci sono molti esempi (Fab.com, Elle…)

Pinterest grazie alle Action: visite salite del 60%

Futuro? E’ possibile targetizzare sulle actions. Non promuovo ai fan dei Negramaro, ma a chi ascolta i Negramaro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *