Convegno GT 2011: l’intervento di Stuart Delta

Il convegno GT 2011 inizia con un simpatico siparietto con Giorgio Tave vestito da panda, per dare il via al primo intervento proprio su Google Panda da parte di Stuart Delta.

Google Panda è alla VERSIONE 2.5 (aggiornata ottobre 2011)
Viene aggiornato a ritmi di 2-3 settimane. In italia arrivato ad agosto.

Cos’è Google Panda?

E’ 1 algoritmo che aggiunge (non sostituisce) ulteriori parametri ai già tantissimi parametri attraverso cui vengono classificati i vari siti: anzianità , link building, quantità e qualità dei contenuti.
Ma aggiunge parametri emozionali.

Colpisce l’intero dominio non uno o + documenti.

Come funziona Google Panda?

Seed di siti di partenza esaminati da raters umani, basandosi su valutazioni umane vengono assegnate le coordinate all’interno di 1 iperspazio diviso in siti buoni e cattivi, sulla base di questi verranno valutati tutti gli altrisiti del web.

Panda non è:
– non è 1 update semantico in senso stretto
– non è 1 update che colpisce i contenuti duplicati
– non fa giudizio di merito
– non sa niente di link …
– non giudica il CTR, il bounce rate, velocità di download o altri fattori del posizionamento

Rand Fishkin è coinvinto che questi fattori entrino nella massa di dati che Google analizza per decidere se il sito è buono per panda o no.
Per Stuart Delta non è così.

Avvertenze

1) non è possibile per un seo capire esattamente cosa fare per rendere il sito compatibile con Panda

2) Panda rende improbabile qualsiasi operazione di reverse engineering

Un documento (e il sito dove è inserito) deve comunicare:

  • expertise e autorevolezza
  • risponde integralemnte alla query
  • presentare il minor numero possibile di distrazioni dal contenuto (eccessivo outbound linking, advertising)
  • essere focalizzato sul contenuto (ridurre parti boilerplate)
  • favorire engagment: pulsanti per la condivisione (via social, contatti, commenti)
  • corretta organizzazione: headline, subheadline
  • fornire risorse esterne di approfondimento

Due preconcetti seo che non funzionano + oggi:
1) meglio tante pagine con poco contenuto (puntando magari all’exact match della chiave) che poche con molto contenuto
2) l’importante è che il contenuto sia unico

L’intervento termina con 2 case studies.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *