Adwords: non è uno strumento per tutti

A conclusione della (bella) giornata a Bologna, dedicata al mondo Adwords, ho avuto la conferma che questo sia un settore decisamente specialistico. Fare campagne pay per click è apparentemente facile; farle bene, riducendo i costi e aumentando le conversioni è tutt’altro che banale.

Prima di proseguire con qualche considerazione voglio ringraziare Gianpaolo Lorusso e Francesco Tinti per avermi offerto la possibilità di coprire l’evento mediaticamente. Ringrazio Antonio Meraglia di Altavista Comunicazione per avermi dato wi-fi dedicato e il cavetto per il mio Mac.

Cosa bolle in pentola

I concetti più sentiti venerdì, diciamo gli Adwords topic trends: Remarketing sul search e Campagne potenziate.
Se non ne avete mai sentito parlare documentatevi, se invece vi siete già imbattuti in queste 2 novità 2013 del mondo Adwords, saprete che si sono aperti nuovi scenari interessanti.

Ottima location

Conoscevo già l’hotel Europa, grazie a Filippo Toso, e l’abbiamo usato anche con Madri internet marketing. Vicino alla stazione, ben attrezzato, con un buon servizio catering. Anche la scelta del posto incide sul successo di un evento.

Arrivano le donne SEO & SEM

Non me ne vogliano Fabio Sutto, Martin Reiterer, Sante Achille, Cesarino Morellato se non ho parlato dei loro interventi ma voglio concentrarmi sulle donne. Per una volta ho trovato diverse donne sia in sala che sul palco, che sono preparate e competenti anche su questioni tecniche.

Mi sono piaciute le due ragazze di Sems, che hanno portato un intervento sul processo di conversione: di come sia difficile capire chi sia il responsabile fra i vari canali con i quali si interfaccia l’utente. La vendita è dovuta alla DEM? Al search? Al Social?
Analytics e Adwords danno degli strumenti potenti, ma vanno imparati a capire. Non tutti padroneggiano il Multi Channel Funnels (su Analytics) o il Search Funnel (su Adwords).
Inoltre è bene capire la relazione fra i vari canali per evitare che magari stoppando una campagna su Adwords mi porti a un crollo di ricerche organiche e di fatturato.

Mi è piaciuta molto Angela Falotico di TSW che ha portato 4 esempi di split test su landing page diverse. Carina sia la case Jacuzzi che quella di Unicredit, ma decisamente esplicativa quella di Totosi.

Infine non male anche la case history portata da Lara Vedovato su un’azienda che per espandersi su mercati stranieri (India, Romania, Brasile) ha deciso di provare annunci e landing in lingua.

Peccato per il collegamento non riuscito con la simpatica texana Shelley Ellis. Ma mi rivedro’ volentieri il video.

Leggi i miei post:

–> Francesco Tinti che parla di campagne Adwords potenziate

–> I 3 post di Filippo Toso, Luigi Sciolti e Filippo Trocca

–> Daniele Salamina parla di come ridurre i costi, eliminando zone geografiche dove non ci sono conversioni.

–> Suggerimenti per Adwords nel turismo, di Francesco Astolfi

2 comments

///////////////
  1. Samantha

    Cara Elena,
    ti seguo da tempo su Io amo Firenze, ma ti scrivo sul tuo blog di lavoro per avere suggerimenti da te su come imparare il web marketing ed in particolare le campagne pay per click.Se a Firenze ci sono corsi e quali sono i più qualificati. Grazie per l’attenzione e complimenti per i tuoi blog. Sam

    1. nelli

      Ciao Samantha in questo momento il corso che sto portando in aula è a Roma e Milano, si tratta di questo corso:
      http://www.madri.com/corso1/
      Puo’ darsi che più avanti io organizzi qualcosa anche a Firenze, seguimi su Twitter o sul blog.
      Grazie per i complimenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *