Sono rientrata da poco dalla giornata a Roma al Web Reevolution, da quest’anno il Festival del Web Marketing. Anche quest’anno ho moderato la sala Social, ma stavolta mi è toccata la plenaria (chissà se poi siamo stati quelli più affollati). Lì per lì mi metteva un po’ di ansia quella sala immensa, poi per fortuna mi sono messa davanti al mio schermo, con le notifiche e i tweet, e non ho visto più nessuno! Alla fine mi sono divertita e ho avuto la fortuna di avere tutti interventi molto interessanti. Unica cosa che mi è dispiaciuta è stata non poter seguire le altre sale, il prossimo anno provero’ a chiedere un cambio! eh eh.

Ha aperto la mattinata Michaela Matichecchia che ha parlato di Google Plus. Io, come molti, faccio l’errore di trascurarlo un po’, ma a sentire lei in effetti si puo’ fare davvero molto, a patto di metterci passione e costruire community. Uno degli strumenti che può fare la differenza nello sviluppo di commenti è l’Hangout come dimostra il caso della pagina del Milan, premiata infatti a fine giornata come best practice.

Il secondo intervento era di Angelo Marolla ed era focalizzato su Twitter. Ha mostrato come procedere a una corretta pianificazione editoriale, partendo anche dagli strumenti a nostra disposizione, come ad esempio Topsy, Bottlenose, Feedly, Trap.it, Spezify.. Mi è piaciuto il suo approccio: ok i tool, ok i file excel, ma alla fine va bene anche scrivere sulla carta. E pure io mi faccio le cartelline sul desktop con le idee per i post futuri.

Dopo la pausa è stato il turno della bravissima Anna Covone (è giovane ma è davvero in gamba!) che ha mostrato come promuoversi su Youtube. Un intervento a metà fra Social e SEO, in un mondo dove la scelta delle parole chiave (tag) può concedersi molte più libertà che nel posizionamento tradizionale.

Ha elencato i fattori di ranking per i video

E poi ha mostrato alcuni tool utili per chi vuole fare marketing su Youtube.

Dopo pranzo un intervento più tecnico su Facebook a cura di Daniele Ghidoli, fondatore di Bigthink, che ha mostrato alcuni usi delle FB Actions, soprattutto nell’e-commerce, dove possiamo impostare delle azioni non previste (ad esempio “indosso” un certo prodotto o lo “desidero”).

Ignoravo che ci fosse un Graph rank oltre a un Edge Rank.

Il 4° intervento della giornata era dedicato a un argomento spinoso, ovvero la gestione della reputazione online, soprattutto a seguito di una crisi. Relatore era Fabrizio di Pierro, Ad di Monster4AD. Interessante il suo approccio: prima devi rilevare chi parla (male) di te, poi valutarne il peso/l’importanza (se ti infama Repubblica è una cosa diversa rispetto a un blog piccolino) e infine reagire. Reagire spesso vuol dire solo contattare la persona che ti ha attaccato e capire il perché, in altri casi invece può valere la pena produrre contenuti (=comunicati stampa) per spiegare la posizione aziendale. Sempre pero’ mantenendo un profilo basso (“abbiamo sbagliato”) e senza attaccare chi ti ha criticato. Ha poi riportato alcuni strumenti utili per monitorare la reputazione:

 Infine ha chiuso la giornata un’altra donna, anche lei molto in gamba: Lisa Guerrini. Ha portato una case history di successo, l’Arena di Verona, che ha mixato l’uso di vari Social Networks, in particolare Facebook e Youtube, trovando il modo di essere su Twitter senza essere su Twitter! (non vogliono aprire questo canale perchè in questo momento non posso gestirlo come canale di Customer Service). Ha mostrato nel suo speech due casi di Flash Mob, per promuovere la lirica, eccone uno:

Nel complesso un evento di qualità: con oltre 700 partecipanti, divisi fra quelli in sala e quelli a casa che seguivano lo streaming. Un’occasione per incontrare amici e colleghi e per sentire un po’ di “rumors” (per esempio cosa succederà ora che Google ha comprato Waze?).

4 comments

///////////////
  1. Fabrizio

    Un appuntamento veramente interessante e la moderazione della sala social è stata veramente impeccabile. Certamente è dispiaciuto non poter essere presente, anche per incontrare qualche vecchia e nuova conoscenza ma lo streaming è stato molto buono nel complesso.
    Ringrazio te per la puntuale sintesi aspettando il prossimo appuntamento con il festival

  2. Pingback:» [28 Giugno 2013] Roma - WebReevolution: Il Festival del Web Marketing

  3. Pablo

    E’ stato un peccato non esserci. Anche se sono nuovo nel mestiere spero di non perdermi il prossimo festival!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *